La Milano Fashion Week di gennaio 2024 ha segnato un momento di grande rilievo nel panorama della moda maschile, proseguendo il percorso iniziato a Firenze con Pitti Uomo e anticipando le tendenze che si consolideranno con la Paris Fashion Week. Quest’anno l’evento si è distinto per una spiccata tendenza all’ibridazione che si è manifestata in un guardaroba ricco di scambi tra elementi maschili e femminili. Jeans brillantinati, camicie trasparenti e un rinnovato interesse per lo slim fit hanno dominato le passerelle, delineando una moda che abbraccia la diversità e celebra l’unicità.

fendi milano fashion weekPrada: La Borghesia Rivoluzionaria

La collezione autunno inverno 2024-25 di Prada ha incarnato un’interpretazione innovativa della borghesia. Dettagli minuziosi come cinture in pelle intarsiate, cappelli con visiera, cuffie e trench con cerniere al posto dei bottoni hanno contribuito a creare look che mescolano ribellione e formalità. La palette di colori ha spaziato dal grigio e beige a tonalità più vivaci come rosso, viola e verde. La colonna sonora techno e gli accessori inaspettati hanno aggiunto un tocco di contemporaneità a una collezione che ha rivoluzionato il concetto stesso di borghesia.

Fendi: Balmoral Feeling

Silvia Venturini Fendi ha presentato una collezione ispirata allo stile rurale e sofisticato tipico della campagna inglese. Gonne maschili, da quelle a pieghe a longuette tubino che in realtà sono pantaloni, hanno dominato la scena, esprimendo un mix di eleganza country chic e spirito urbano. Il pezzo forte è stato un giaccone in pelle rosso scuro, che incarna tutte le ispirazioni della collezione. Gli accessori, come la Siesta Bag e la collaborazione Fendi x Devialet, hanno completato la proposta con un connubio tra lusso e funzionalità.

Zegna: Lusso Monocromatico

Alessandro Sartori ha presentato per Zegna una collezione che ha unito lusso e semplicità. La sfilata, definita come un “laboratorio di idee”, ha evidenziato una moda maschile basata su tessuti pregiati e capi dal fit rilassato. La collezione si è concentrata su quattro elementi chiave: top, bottom, underpinnings e accessori, tutti caratterizzati da un approccio monocromatico e da uno stile inconfondibilmente Zegna.

zegna milano fashion week

Gucci: Mirroring tra Generi

Sabato De Sarno, alla sua prima collezione maschile per Gucci, ha proposto un affascinante gioco di specchi tra le collezioni femminili e maschili. Sei look identici a quelli presentati nella sfilata femminile di settembre hanno fatto la loro comparsa, ispirati da una sartorialità glamour degli anni Novanta. L’atmosfera urbana di Milano ha influenzato fortemente la collezione, con look che riflettono la storia e l’architettura della città.

La Milano Fashion Week del gennaio 2024 ha infine rappresentato un crocevia significativo per la moda maschile, con designer che hanno osato sfidare i confini tradizionali proponendo nuove visioni. L’ibridazione, il rinnovato interesse per il dettaglio e l’interazione tra generi sono state le tendenze dominanti, offrendo una visione raffinata e avanguardista della moda uomo per l’autunno / inverno 2024-25.

it_ITIT